08/03/2019

Comunicato Stampa: Svolta PMA in Campania: la SIRU organizza un dibattito sul DCA 21/2019 del Presidente della Regione

L'evento si svolgerà a Napoli, sabato 9 marzo, dalle ore 15.30 alle 18.30, a Palazzo Bertolini con l'obiettivo di ridurre la mobilità sanitaria e prestare ai cittadini le cure nel territorio attraverso la costruzione di una rete regionale di operatività
foto

Comunicato stampa

 

L'evento si svolgerà a Napoli, sabato 9 marzo, dalle ore 15.30 alle 18.30, a Palazzo Bertolini

 

Svolta PMA in Campania: la SIRU organizza un dibattito sul DCA 21/2019 del Presidente della Regione 

 

Obiettivo: ridurre la mobilità sanitaria e prestare ai cittadini le cure nel territorio

attraverso la costruzione di una rete regionale di operatività

 

Interverranno:

Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania,

Antonino Guglielmino, Presidente nazionale Siru,

Luigi Montano, Co-Presidente nazionale Siru,

Stefania Iaccarino, coordinatrice SIRU per la Campania e Sud Italia,

Maria Paola Costantini, coordinatrice dell’Osservatorio giuridico-legale SIRU,

Alfredo Nazzaro, componente del tavolo tecnico regionale che ha curato a stesura del DCA

 

NAPOLI - Si gira davvero pagina, e in positivo, con il recente Decreto Commissariale ad Acta del Presidente della Regione che riordina in Campania il sistema della Procreazione Medicalmente Assistita. Alla luce di quella che appare come una svolta a tutela delle coppie, la Società Italiana della Riproduzione Umana (SIRU) invita tutti gli operatori regionali del settore e le altre società scientifiche a partecipare al dibattito “Un’altra Campania è possibile: il riassetto della PMA dopo il DCA 21/2019”, che avrà luogo a Napoli sabato 9 marzo dalle 15.30 alle 18,30 presso Palazzo Bertolini (Corso Vittorio Emanuele 165). Sarà lo stesso governatore Vincenzo De Luca a chiudere i lavori che prenderanno il via con la presentazione del Decreto, affidata ad Alfredo Nazzaro, componente del tavolo tecnico regionale che ha curato a stesura del DCA

Per la Società Italiana della Riproduzione Umana interverranno il Presidente nazionale in carica Antonino Guglielmino, il Co-Presidente Luigi Montano, la coordinatrice dell’Osservatorio giuridico-legale, Maria Paola Costantini e la coordinatrice per la Campania e il Sud Italia Stefania Iaccarino, che modererà l’incontro.

La proposta della SIRU alle istituzioni regionali:

  • la costruzione di una rete integrata tra tutte le figure professionali e le strutture territoriali con specifici percorsi diagnostici e terapeutici in cui siano compresi a pieno titolo i centri di PMA;
  • omogeneizzare l’offerta nella regione per ridurre la mobilità sanitaria che determina un reale danno agli utenti ma anche agli stessi operatori e alle finanze regionali
  • ancorare la pratica clinica a Linee guida e buone pratiche
  • intervenire subito sull’impatto che l’inquinamento ambientale ha sulla fertilità
  • contribuire a risolvere la questione del riconoscimento della figura dell’embriologo nei centri di PMA e la loro stabilizzazione contrattuale
  • favorire l’inserimento della figura dell’andrologo necessario per un corretto inquadramento della coppia
  • potenziare la consulenza genetica per un adeguato counselling alla diagnosi pre-impianto
  • prevedere l'apporto degli psicologi come supporto effettivo per le coppie nel loro iter sanitario.

.

Il DCA 21/2019 rappresenta inoltre un modello a livello nazionale, soprattutto per altre realtà territoriali ancora difficili, specialmente al Sud, e costituisce un risultato importante, tanto più in considerazione della mancata attuazione dei LEA nazionali.

La necessità del riassetto regionale emergeva del resto dai dati del Registro Nazionale: i cicli iniziati nel 2016 con tecniche a fresco su pazienti provenienti da fuori Regione rappresentano il 28,8%, con una migrazione più intensa verso il Nord Ovest e il Centro (in particolare la Lombardia e la Toscana). I centri prescelti sono stati preferibilmente pubblici o comunque convenzionati con il SSN. E i principali moventi dei viaggi della speranza sembrano ricondursi alle eclatanti difformità di erogazione delle prestazioni di PMA tra i diversi SSR, oltre che a norme confuse, che hanno limitato l’accesso alle prestazioni e determinato incertezze in operatori e pazienti. L’adeguamento delle prestazioni e il sostegno alle coppie sono una buona notizia, ma il recepimento dei Lea dovrà contribuire ancora a fronteggiare forti discriminazioni e dubbi su cosa sia consentito o meno.

Come sottolinea il Prof. Antonino Guglielmino, Presidente nazionale in carica della SIRU: «Ringraziamo il governatore De Luca per il DCA che consente di fare notevoli passi avanti, prevedendo tra l’altro: l’inclusione di tutte le prestazioni; la previsione di ancorare la pratica clinica a Linee guida e protocolli specifici della PMA; la preservazione della fertilità anche per soggetti con patologie professionali e cronico-degenerative, oltre che per i malati oncologici; il riconoscimento del criterio dell’esperienza e della competenza dei biologi/embriologi  per l’assunzione nelle Unità operative delle strutture sanitarie e dei Centri di PMA.

«Un aspetto innovativo anche sul piano nazionale - osserva il Dott. Luigi Montano, Co-Presidente nazionale SIRU - è quello di riconoscere il rischio da esposizione ambientale per alcune categorie di lavoratori e di conseguenza la possibilità di offrire loro la possibilità di preservare la fertilità».

«La coppia ritorna al centro della medicina riproduttiva e della PMA - ribadisce la Dottoressa Stefania Iaccarino, coordinatrice SIRU Campania e Sud Italia - con un sistema di accoglienza, di gestione della qualità e di sostegno economico. Con questo provvedimento i cittadini campani potranno liberamente scegliere di essere assistiti nel loro territorio».

«Ciò rappresenta - aggiunge l'avvocato Maria Paola Costantini, coordinatrice nazionale dell’Osservatorio giuridico-legale della SIRU - la dimostrazione di come una Regione, anche in stato di commissariamento, possa agire a favore degli utenti e degli operatori. Il Decreto elimina discriminazioni che hanno pesato per troppo tempo, incidendo economicamente e socialmente su chi abita e opera in Campania».

 

Ufficio Stampa SIRU

Caterina Andò  - Paola Perrotta

caterina.ando@gmail.com cell: 360 212 922

paolaper3@gmail.com cell: 380 4648 501

 

 

Condivisione sui social network

           
 

Eventi S.I.R.U.

10/10/2019

Congresso

2° Congresso Campano

UNA Hotel Il Molino - via dei Mulini 48, Benevento
08:30:00
11/10/2019

Congresso

Integrazione territoriale nei percorsi diagnostico terapeutici assistenziali

UNA Hotel Il Molino - via dei Mulini 48, Benevento
08:30:00
07/11/2019

Congresso

||| Congresso Nazionale S.I.R.U.

Milano
08:30:00
08/11/2019

Congresso

||| Congresso Nazionale S.I.R.U.

Milano
09:00:00
09/11/2019

Congresso

||| Congresso Nazionale S.I.R.U.

Milano
09:00:00